Amantea, attesa per la presentazione del volume di Arcangelo Badolati

Il giornalista Arcangelo Badolati torna ad Amantea per presentare la sua ultima fatica letteraria. Grazie al supporto organizzativo fornito dall’esecutivo guidato dal sindaco Monica Sabatino, dal circolo nepetino della Fidapa e dallo studio di comunicazione Emmedia sarà presentato il prossimo 7 maggio alle ore 17.30, presso la sala consiliare di corso Umberto, I il volume “#iodamorenonmuoio”. Si tratta di un testo particolarmente importante che inaugura il percorso “Ipazia”: una collana dedicata all’universo femminile ed edita da Pellegrini. Ipazia racconta storie di donne, da ogni angolazione, riprendendo l’immagine vibrante di quell’Ipazia D’Alessandria che fu matematica, filosofa e astronoma, trucidata per mano di fanatici religiosi. Ella divenne un simbolo della libertà di pensiero e dell’indipendenza della donna.

Si tratta di un saggio composito che attraversa l’universo femminile in maniera originale muovendosi in maniera zigzagante tra la letteratura e la cronaca per aiutare a comprendere le devianze criminali e sub-culturali che hanno determinato i femminicidi nel corso dei secoli. Ci sono le donne della storia, quelle che hanno cambiato il volto del mondo con la loro genialità, vittime della loro stessa grandezza: Ipazia D’Alessandria, Olympe De Gouges, Giovanna D’Arco, Beatrice Cenci, Isabella Morra, Artemisia Gentileschi, Francesca La Gamba, Oriana Fallaci, Angelica Balabanoff, Margherita Sarfatti, Anna Kuliscioff, Ada Negri, Franca Rame e Isabella Aleramo. Ci sono le donne assassinate brutalmente da uomini mostruosi in una Calabria che diventa speculare al mondo: Roberta Lanzino, Maria Rosaria Sessa, Fabiana Luzzi. Non mancano le storie delle donne massacrate dai figli, come Patrizia Schettini e Patrizia Crivellaro. Sono ben presenti le donne che si sono ribellate alla ‘ndrangheta: Giuseppa Mercuri e Maria Concetta Cacciola. Ed infine le donne straniere, quelle senza nome, rese schiave e costrette a prostituirsi per le strade della regione.

Oltre allo stesso Badolati siederanno al tavolo dei relatori il sindaco Monica Sabatino, l’assessore alle politiche sociali Giovanni Battista Morelli, la presidente della Consulta per le pari opportunità Giusi Osso, la presidente della Fidapa Clara Sciandra.

Uno spazio quanto mai interessante ed atteso sarà riservato ad alcune letture contenute nel libro. Infatti, all’interno del volume vi è il contributo artistico di Federica Montanelli, giovane attrice cosentina che ha già calpestato palcoscenici importanti, come il Sistina di Roma. La prefazione del volume è stata affidata invece a Cinzia Falcone, presidente dell’Animed e ideatrice del progetto “Il Sangue Rosa. Un’altra vita è possibile”.

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi