Golosaria 2019: a Milano è protagonista il cibo che cambia

Prende il via il 26 ottobre negli spazi del Mi.Co – Fieramilanocity l’edizione 2019 di Golosaria. Il tema che farà da fil rouge a questa edizione sarà “il cibo che cambia”, ovvero come ciò che mangiamo influisce sul benessere e sulle abitudini personali e sociali.

Quello di Golosaria è un appuntamento imperdibile nel panorama del food e delle eccellenze enogastronomiche, che racconta l’Italia intera attraverso un’istantanea realistica e attuale sul mondo del cibo in ogni forma e dimensione: si parte dall’agricoltura, posta di fronte ai cambiamenti climatici, fino ad arrivare ai prodotti ed alla “tavola” attraverso la ristorazione.

Saranno oltre 300 gli artigiani del gusto e de “ilGolosario” presenti quest’anno in fiera, 100 cantine e 20 cucine di strada, in una tre giorni rappresentata da un vasto calendario di oltre 80 eventi che consentono ai visitatori di scoprire l’espressione più variegata del “gusto” italiano.

Glosaria giunta al suo quattordicesimo anno d’attività è una rassegna che vuole essere prima di tutto un’ esperienza di vera e propria immersione nel gusto che, insieme agli spazi espositivi dedicati al food e wine, vedrà il debutto di nuove aree che coinvolgeranno appassionati e operatori di settore rispondendo a un grande interrogativo: Come ci cambia davvero il cibo? 

Ed alle domande “quanto influisce il cibo sulla nostra società? E sul nostro corpo?” Golosaria Milano proverà a rispondere secondo alcune grandi suggestioni quali le sfide dell’agricoltura e dell’artigianato che rispondono a una crescente esigenza di salubrità e benessere, le modalità di consumo del cibo che cambiano il volto dei nostri centri storici, tramite nuovi format di ristorazione e di commercio, ma anche attraverso il cibo che cambia il modo di relazionarsi, dal posto a tavola ai gruppi sociali fino all’esplosione dei social media anche sul tema del food beverage.

Grande spazio sarà dedicato al vino, con un’area tutta dedicata in cui vengono presentati i TOP HUNDRED 2019, ovvero le 100 cantine che meritano il podio, selezionate accuratamente da Paolo Massobrio e Marco Gatti in un lavoro certosino che si conclude con la premiazione dei Top dei Top, ovvero le eccellenze per ogni categoria. Da qualche anno nella competizione compare anche la categoria Fuori di top, si tratta in questo caso di cantine, per lo più piccole o piccolissime e di novità con vini eccezionali scoperti alla fine della sessione di candidatura. In questo caso i vini sono stati promossi direttamente sul campo senza passare dalle degustazioni plenarie.

La Calabria è presente alla manifestazione TOP HUNDRED con tre vini, un bianco, un rosso ed un rosato: 

  • Terre di Cosenza Bianco Montonico 2018 – TENUTA CELIMARRO di Castrovillari (CS)
  • Terre di Cosenza Donnici Magliocco “Capumasca” 2016 – CANTINE ELISIUM – Caputo Marco di Cosenza (CS)
  • Calabria Rosato “Ji Jian” 2018 MENAT di Melissa (KR) (fuoriditop)

Tra le Cantine Memorabili del 2019:

  • azienda agricola Serracavallo di Bisignano (CS)

Tra gli espositori calabresi in ambito food troviamo la provincia di Cosenza rappresentata da:

  • Nature Med – Liquirizia Di Calabria Dop e Bio di Cosenza (CS)
  • I Sapori del Cancello di Paola (CS)
  • Vincenzo Barbieri az. agr.di Altomonte (CS)
  • Olio Don Santo – Candiano Antonella di Corigliano Rossano (CS)

Per tutti gli aggiornamenti e per il programma dell’evento: https://www.golosaria.it/mila2019/

Articolo di Settimio Martire

Be the first to comment

Leave a Reply