L’Arma dei Carabinieri incontra i giovani per educare all’uso consapevole di internet

FIUMEFREDDO BRUZIO (CS) – Educare i giovani alla legalità, diffondendo la cultura dei valori e della giustizia attraverso il contatto diretto con il mondo della scuola, è questo lo spirito che anima gli incontri che persegue ormai da alcuni anni, il Capitano Antonio Villano, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Paola e il Maresciallo Domenico Lio, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Fiumefreddo Bruzio, tengono con i giovani delle scuole primarie e secondaria di primo grado di Fiumefreddo Bruzio.

L’Amministrazione del Comune di Fiumefreddo Bruzio, guidata dal Sindaco Vincenzo Gaudio Calderazzo e il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Belmonte C., Fiumefreddo Bruzio e Longobardi, Giuseppe Cavallo, congiuntamente hanno chiesto, anche per questo anno scolastico, la disponibilità e la collaborazione dell’ Arma per attivare iniziative di formazione e informazione per gli alunni dell’Istituto Comprensivo.

Attraverso questa serie di incontri, l’impegno dell’Arma nelle scuole è divenuto una campagna di “educazione alla legalità”, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo negli studenti di una coscienza sociale basata sul rispetto dell’altro, delle regole e delle leggi.

I due Ufficiali dell’ Arma, partendo da una presentazione iniziale degli argomenti, hanno sempre sviluppato un dialogo con gli alunni, tenendo vivo il loro interesse e dando soddisfazioni alle loro curiosità al fine di rispondere il più possibile alle aspettative dei ragazzi. Naturalmente per ogni argomento trattato il livello della comunicazione e l’esposizione degli argomenti richiesti sono stati adattati all’età degli studenti coinvolti.

L’ assessore alla Pubblica Istruzione, Concettina Francesca Aloise spiega: “Oggi i minori vivono in contesto sociale ad altissimo contenuto comunicativo, quale può essere la rete di internet. Attraverso la rete i nostri minori possono fruire di contenuti formativi, di approfondimento e di conoscenza, ma nel contempo vengono esposti ad una serie di rischi. Se è giusto che le nuove generazione crescano con gli strumenti del loro tempo, è anche necessario una maggiore educazione all’uso consapevole e critico dei loro mezzi, per tale motivazione e nell’ottica di una sempre più fattiva e reale collaborazione, sui temi della sicurezza e della tutela dei minori, è stato chiesto per questo primo incontro, che si terrà giorno 24 febbraio p.v., al Maresciallo Lio di tenere una lezione che trattasse i rischi connessi alla navigazione in internet, cosiddetti “INTERNET CRIMES”. La tematica che verrà trattata è stata fortemente condivisa e approvata dal Maresciallo Lio, il quale ha sempre dimostrato una particolare sensibilità per la tutela dei minori”

Articolo di Settimio Martire

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi