Lotta alla povertà: è in vigore la legge sul reddito di inclusione

E’ entrata in vigore sabato 25 marzo scorso la  legge n. 33 del 15.03.2017 intitolata ”Delega recante norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali”; un provvedimento che apre la strada alle nuove norme sul cd. reddito di inclusione, in aderenza al piano anti-povertà portato avanti da Governo.

Il piano sarà regolato attraverso l’emanazione di diversi decreti legislativi.

Ed infatti, secondo quanto previsto nel testo normativo di riferimento, il Governo  è delegato ad adottare, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della predetta legge delega, e cioè entro il mese di settembre 2017, più decreti legislativi al fine di: contrastare la povertà e l’esclusione sociale, ampliare le protezioni fornite dal sistema delle politiche sociali e contribuire a rimuovere gli ostacoli economici e sociali che limitano la libertà e l’eguaglianza dei cittadini ed il pieno sviluppo della persona.

In attuazione dell’articolo 3 della Costituzione e nel rispetto dei principi della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, tali decreti dovranno prevedere:

– l’introduzione di  una misura, denominata reddito di inclusione, di contrasto della povertà;

– il riordino delle prestazioni di natura assistenziale;

– il rafforzamento del coordinamento degli interventi in materia di servizi sociali.

Nell’esercizio della delega l’esecutivo dovrà attenersi ai principi ed ai criteri direttivi espressamente indicati nel testo di legge. In particolare, per ciò che concerne il reddito di inclusione (Rei), la relativa misura di contrasto della povertà, intesa come impossibilità di disporre dell’insieme dei beni e dei servizi necessari a condurre un livello di vita dignitoso, dovrà essere unica a livello nazionale, avere carattere universale ed essere condizionata alla prova dei mezzi, sulla base dell’Isee “tenendo conto dell’effettivo reddito disponibile e di indicatori della capacità di spesa”. Detta misura, articolata in un beneficio economico e in una componente di servizi alla persona, dovrà essere altresì condizionata all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, progetto che sarà all’uopo predisposto da un équipe multidisciplinare, costituita nei modi stabiliti e finalizzato all’affrancamento dalla condizione di povertà.

Nell’individuare i beneficiari della misura si dovrà ovviamente tener conto di alcuni parametri di riferimento, primo fra tutti, la previsione di una durata minima del periodo di residenza nel territorio nazionale.

Ed ancora, il possesso dei requisiti da parte dei beneficiari dovrà essere verificato dall’Inps che effettuerà gli opportuni controlli nei modi e nei termini stabiliti dalla legge.

Infine, dovranno essere stabilite, da parte dell’esecutivo, la durata del reddito di povertà, con le possibilità di rinnovo, nonché le eventuali cause di sospensione e decadenza dal beneficio.

About Avv. Ilaria Dolores Lupi 57 Articles
Avv. Ilaria Dolores Lupi. Avvocato del Foro di Cosenza, dopo la laurea in giurisprudenza, consegue con il massimo dei voti e con lode, un master di secondo livello in Diritto del Lavoro Sindacale e della Sicurezza Sociale presso l’Università degli Studi Europea di Roma. Successivamente consegue un master in Ordinamento e Funzionamento delle Pubbliche Amministrazioni presso l’Università della Calabria UNICAL, anche in questo caso con il massimo dei voti e con lode. Svolge, tra le altre cose, attività di consulenza e rappresentanza per enti pubblici e società avendo acquisito esperienza nella gestione del contenzioso tributario, ma anche nel diritto amministrativo e del lavoro. Attualmente svolge, inoltre, attività di ricerca e studio in collaborazione con Associazioni culturali e riviste giuridiche.
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi