Riassunto della terza serata di Sanremo

La terza serata del Festival di Sanremo dedicata alle cover ha portato gli ospiti in sala e i telespettatori a vivere un viaggio nella canzone italiana.
I 16 big in gara hanno avuto la possibilità di scegliere una canzone della storia sanremese  per portarla come propria cover sul palco.
A guidare questa grande nave ci sono sempre al timone Carlo Conti e Maria de Filippi che, attraverso la complicità, l’autoironia e la grande professionalità, stanno rendendo questo festival un successo.
Carlo conti ieri sera era particolarmente elegante, aveva un abito blu di velluto con un papillon nero realizzato sempre del suo stilista fiorentino.
Maria de Filippi invece ha avuto, come ogni sera, due cambi d’abito: il primo era un abito corto nero con alcuni fiorellini rosa mentre il secondo era un abito lungo di pizzo per la maggior parte trasparente.
La serata inizia con gli ultimi 4 giovani in gara.
Passano alla semifinale Maldestro con “Canzone per Federica”. Una melodia lenta ma intensa e Lele con “Ora mai”. Simbolo di eleganza e freschezza.
Sono invece stati eliminati lo stravagante Tommaso Pini con “Cose che danno ansia” e la bellissima Valeria Farinacci con “insieme”.
A inaugurare la serata delle cover il bravissimo piccolo coro dell’Antoniano di Bologna diretto dalla maestra Sabrina Simoni. Hanno regalato a tutto il pubblico un medleyd delle canzoni più famose dello zecchino d’oro, trasformando il teatro in luogo di gioco anche per  i grandi palloncini che sono stati lanciati nella platea. Prima di cantare la loro canzone di Sanremo ovvero “Che sarà” dei Ricchi e Poveri, hanno donato ai due conduttori la spilla dell’Antoniano di cui ce ne sono pochissime al mondo.
Era difficilissimo scegliere quale cover proclamare vincitrice perché tutti hanno interpretato delle canzoni di grande impatto emotivo.
Il primo posto è stato vinto da Ermal Meta con “Amara terra mia” di Domenico Modugno. Un’interpretazione eccezionale, una vocalità sorprendente data anche dal cambiamento di tonalità della voce.
Il secondo posto è stato conquistato dalla meravigliosa Paola Turci con “Un’emozione da poco” di A.Oxa. L’eleganza, la voce accattivante e la gestualità simile a quella della Oxa hanno rapito tutto il pubblico.
Al terzo posto c’è Marco Masini con “signor Tenente di G.Falletti. Voce e interpretazione sorprendente.
Altre performance che hanno lasciato senza fiato sono state quelle di Elodie di Patrizi con “Quando finisce un amore” di R.Cocciante. Voce intensa e potente, interpretazione unica e soprattutto canzone difficilissima che lei è riuscita a padroneggiare senza problemi.
Fiorella Mannoia con “Sempre e per Sempre” di F.de Gregori ha incantato gli spettatori al televisione per la sua eleganza e per la sua voce che non ha eguali.
Le altre cover in gara sono state:
Chiara con “Diamante” di Zucchero. Lodovica Comello con “Le mille bolle blu” di Mina. Al Bano con “Pregherò” di A.Celentano. Alessio Bernabei con “Un giorno credi” di E.Bennato. Gigi D’Alessio con “L’immensità” di D.Backy. Francesco Gabbani con “Susanna” A.Celentano. Michele Zarrillo con “Se tu non torni” M.Bosè. Samuel con “Ho difeso il mio amore” di Nomadi. Sergio Silvestre con “La pelle nera” di N.Ferrer. Fabrizio Moro con “La leva calcistica della classe ’68” di F.de Gregori. Michele Bravi con “La stagione dell’amore” di F.Battiato.

Moltissimi ospiti per questa serata speciale. Quello più atteso è stato Mika che ha cantato un medley di alcuni suoi successi facendo, prima di cantare, una premessa sull’amore che non ha sesso ed età. Infine ha omaggiato George Michael con “Jesus to a child”.
L’ospite internazionale di questa puntata è stata LP che si è esibita con i due suoi successi “Lost on you” e “Other people”.
Un ospite molto speciale è stata Maria Pollacci, un’ostetrica di 90anni che ha fatto nascere più di 7mila bambini. Seduta in prima fila, vicino alla giornalista Cristina Parodi ha anche cantato la sua canzone preferita di Sanremo.
L’intervento comico di Luca e Paolo ha reso la serata un po’ più leggera e divertente.
Un momento molto emozionante è stato regalato da “L’Orquestra de Reciclados de Cateura”. Un’orchestra di bambini del Paraguay che suonano con degli strumenti costruiti con materiali di riciclo.
Presenti l’attrice Anoucka Delon figlia dell’attore francese Alain Delon e la modella Annabelle Belmondo nipote di Jean Paul Belmondo.
Sul palco anche Alessandro Gassmann e Marco Galliani, entrambi interpreti di due serie TV trasmesse dalla Rai: il primo de “I Bastardi di Pizzofalcone”e il secondo protagonista di “Rocco Schiavone”.
Anche ieri sera è stato dedicato uno spazio alle “copertine” di Maurizio Crozza realizzate sempre da un luogo “segreto”. Il comico dapprima ha ironizzato sulla figura di Papa Francesco poi, ha fatto una riflessione sui giovani e sulla politica.
L’ultima parte della puntata è stata dedicata al mini torneo di recupero. Sono tornati in gara Bianca Atzei, Ron, Clementino e Giusy Ferreri. Sono state invece eliminate definitivamente le coppie formate da Raige e Giulia Luzi e Nesli e Alice Paba.

Articolo di Alessandra Caruso

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi