RUFA CONTEST, all’immaginazione non c’è alcun limite

ROMA 18/11/16, Auditorium del Massimo, RUFA CONTEST 2016, KARIM RASHID

Venticinque idee per rendere attuale il futuro. Venticinque proposte per esplorare la creatività nelle sue poliedriche conformazioni. Venticinque progetti generati con una sintesi perfetta tra libertà di pensiero e senso del divenire, allo scopo di acquisire competenze e misurarsi con gli altri. Una competizione, certo. Ma anche la concreta attuazione del confronto che, in questo senso è sinonimo di crescita. Il RUFA CONTEST entra nel vivo: la giuria, con un lavoro quanto mai attento e scrupoloso, ha determinato le “esperienze” ammesse alle fasi finali del contest che saranno poi giudicate da Shirin Neshat, contaminazione vivente di espressionismo artistico tra cinematografia e arte, tra visioni ed idee.

L’edizione 2018 del RUFA CONTEST è tutto questo: “Sound or Space or Time. In White and Black”. La distanza che separa il bianco dal nero, ed il nero dal bianco, è composta da uno spazio dilatabile, che si espande e si contrae a seconda delle circostanze. La quarta edizione del RUFA CONTEST porta l’occhio ad esplorare la tensione che emerge dalla diversità. Un mix di arte, media e contemporaneità sullo sfondo di Roma che sarà illustrato prima in una masterclass e poi in una serata evento programmata per il prossimo 12 giugno, con inizio alle ore 18, presso il Teatro Olimpico di Roma.

Protagonisti assoluti gli studenti: Iulia Bita (EUFONIA), Sonia Bouslama (MY DAD HAS BROKEN HIS WALLS), Stefano Calabrese (COMFORT ZONE), Rebeca Elena Carini (THE HILL), Francesco Castellaneta (GENTE COMUNE), Maria Cavinato (INTERFERENZA), Francesca Cornacchini (THE CODE #01), Matteo Delai (ZEMBLANITY), Giulia Di Franco (RUIN ANATOMY), Daniele Falchi (ПAPEГKΛIƩIƩ – PARENCLISI), Mirko Fracassi (CRACK), Filippo Gualazzi (LiberAzioni), Camilla Gurgone (ECHINOIDEA), Anica Huck (WHITE OUT), Mohammad Seyed Jeddi (IL CONFINE), Cem Kanyar (POLARIS), Alex Labombarda (UN SACCHETTO DI STOFFA), Francesca Lezzerini (AMORE GEOMETRICO), Francesca Mattiangeli (SPECTRUM), Emanuela Mottola (UNISONO), Davide Rossi Doria (NO/BODY), Elisa Sabatino (TIC TAC BEAT), Silvia Serraiocco (IL SEGNO DI UNA VITA), Arianna Tedesco (L’OSSERVATOREOSSERVATO), Sara Zanin (THIGH GAP_LO SPAZIO CHE AVANZA_). Partecipa inoltre, fuori concorso l’ex studentessa diplomata RUFA, Cecilia Milza (in – BE – tween)

Il RUFA CONTEST nasce nel 2015 con l’intento di sintetizzare la mission artistico – formativa della Rome University of Fine Arts (RUFA) l’Accademia di Belle Arti, legalmente riconosciuta dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca. La guida è affidata al direttore artistico e ideatore Emanuele Cappelli, al direttore generale Fabio Mongelli e all’event manager Alessandro Mongelli.

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi