Amantea, si conclude la XIV edizione di “Racconti e desideri”

Una macchina del tempo per prendere il meglio dal passato e proiettarlo nel futuro. Una cornice che regala suggestione al primo sguardo. Le narrazioni dei protagonisti che diventano pagine di un libro da scrivere. La quattordicesima edizione di “Racconti e desideri storie di sogni e realtà” conferma tutto il suo fascino. A fare gli onori di casa il giornalista Ernesto Pastore, accompagnato in questo suo divenire da Elvira Iris Policicchio, al suo esordio di fronte al grande pubblico, con la produzione esecutiva curata da Viviana Lorelli, Laura Viola e Settimio Martire. E poi, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, il sindaco Mario Pizzino, l’assessore al turismo Concetta Veltri, l’assessore all’istruzione Caterina Ciccia ed il comandante dei Vigili Urbani Giancarlo Socievole.

Spazio ai racconti e alle storie. Stefano Orofino, campione del remake di “Lascia a raddoppia”, illustra il suo amore per la Juventus, presentando il suo ultimo libro. Per lui il premio speciale “Racconti e desideri”. Il premio “Attività sportiva” e andato alla popolarità del “biliardino”, con Antonio Pio Facchineri, sedicenne di Amantea che rappresenterà l’Italia ai mondiali under 18 di categoria che si terranno in Spagna. In un abbraccio generazionale è stata il neo assessore Caterina Ciccia a consegnare il premio “Poesia e musica” ad Ida Briglio Tavano: i suoi 85 anni e una passione per le fiabe sono stati un inno alla vita e alla gioia.

Il premio “Giovani e ricerca” è stato attribuito a Valentina Munno, attuale dirigente del gruppo PSA per il settore veicoli commerciali che ha così ricevuto il tributo della comunità per una carriera da assoluto protagonista nel settore automotive. È toccato poi al primo cittadino rivolgere un augurio alla città, invitando tutti al dialogo ed al confronto sereno, pur nella diversità delle opinioni.

È stata poi la volta della storia commerciale che ha reso Amantea un centro diverso dagli altri presenti sulla costa. Vittoria e Giulia Munno hanno ricevuto il premio “Imprenditoria attiva”, conferito all’Emporio Munno: i documenti accertano che il 31 dicembre 1816 i fratelli Francesco, Giuseppe e Andrea Munno erano già impegnati nel loro negozio. Un richiamo alla condivisione è alla base del premio “Cittadini e istituzioni”, dato dall’assessore al turismo Concetta Veltri alle associazioni che accolgono gli esercenti di Amantea, rappresentati da Davide Marano, e di Campora San Giovanni con Giacomo Angelini, Raffaella Geracitano ed Emanuela Ruggiero. Per entrambi gli organi la necessità di collaborare per raggiungere traguardi nuovi ed ambiziosi. E poi il premio “Storia e tradizioni” assegnato ai gruppi presepiali delle chiese di San Giuseppe, San Biagio, San Bernardino e Santa Maria La Pinta. Per loro, come sottolineato da padre Rocco Predoti, la valorizzazione di un sentimento puro e semplice, finalizzato alla realizzazione di un’opera d’arte. A ricevere il riconoscimento: Rocco Bonavita I, Antonio Bonavita, Vincenzo Bonavita, Damiano Bonavita, Rocco Bonavita II, Natale Scudiero, Antonino Del Rosario, Gaetano Perna, Antonio Mosca, Marco Aloe, Alessio Aloe, Antonio Scudiero, Rocco Predoti, Antonella Bonavita, Annamaria Bonavita, Ida Miraglia, Antonietta Sposaro, Salvatore Suriano, Julian Santamaria Garzon, Pino Croce, Rocco Giusta, Rocco Pagliaro, Rocco Catellino, Salvatore Colla, Valentino Mannarino, Franco Provenzale, Rosario Furgiele, Giancarlo Brusco, Antonio Guido, Pietro Guido, Michele Machì, Carla Guido.

In conclusione la premiazione dei migliori studenti delle scuole superiori presenti in città: Pierfrancesco Curatolo (Liceo Scientifico), Pierpaolo Cuglietta (Tecnico Commerciale) e Pasqualina Mazzotta (Professionale).

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi